Senza categoria

Smettere di fumare con la sigaretta elettronica: come trovare il prodotto giusto

Smettere di fumare con la sigaretta elettronica: come trovare il prodotto giusto

Chi ha intenzione di smettere di fumare spesso sceglie la strada della sigaretta elettronica come primo passo per raggiungere il proprio obiettivo. La varietà di proposte a disposizione in questo mercato, però, fa capire che non tutte le e-cig sono uguali tra loro: il kit spod sikary, per esempio, assicura gli standard di qualità più elevati, ma ci sono anche soluzioni meno efficaci.

Guida alla scelta

Prima di decidere quale sigaretta elettronica comprare, è necessario analizzare i propri gusti e le proprie preferenze. Gli atomizzatori, per esempio, si distinguono in due grandi categorie: quella degli atomizzatori da polmone e quella degli atomizzatori da guancia. Questi ultimi si caratterizzano per un tiro che può essere paragonato a quello delle sigarette classiche e producono meno vapore: per questo motivo, sono raccomandati per chi si avvicina per la prima volta a questo mondo, visto che assicurano un effetto non troppo diverso dalla sensazione che deriva dal fumo di sigaretta. Nel caso degli atomizzatori da polmone, d’altro canto, il tiro richiesto è molto più consistente, per un’aspirazione contraddistinta da un contrasto minore e quantità di vapore molto più elevate. La sensazione di tiro che ne deriva è paragonabile a quella offerta da un narghilè.

Non solo atomizzatori

L’atomizzatore deve essere abbinato a una batteria, cioè la box, capace di fornire la necessaria quantità di corrente per assicurare il suo corretto funzionamento: è molto importante, infatti, prevenire qualsiasi corto circuito o altri rischi di danneggiamento.

Le abitudini personali

Per capire qual è la sigaretta elettronica più giusta si deve partire da un calcolo, o comunque da una stima attendibile, del numero di sigarette che si è abituati a fumare tutti i giorni. La dipendenza da nicotina, in effetti, è uno degli impedimenti più ostici a cui si è chiamati a far fronte nel momento in cui si decide di dire addio alle sigarette. Ecco perché, se si è agli esordi con il vaping, è consigliabile iniziare con liquidi che non siano privi di nicotina, e che anzi presentino un quantitativo non troppo inferiore a quello che si era soliti consumare. Già in questo modo è possibile ottenere benefici importanti dal punto di vista della salute, eliminando molte delle sostanze cancerogene che caratterizzano le sigarette tradizionali. Ovviamente, la dose di nicotina deve essere diminuita in modo graduale con il passare del tempo, in modalità più o meno rapide a seconda della forza di volontà del singolo.

Qual è la sigaretta elettronica migliore?

Chi pensa che esista una sigaretta elettronica migliore delle altre per riuscire a smettere di fumare probabilmente non adotta l’approccio più indovinato per raggiungere il proprio scopo. La scelta della e-cig deve essere sempre personale, e non è detto che la prima sulla quale si decide di puntare sia poi quella giusta e definitiva. Le variabili che entrano in gioco da questo punto di vista sono molteplici: le abitudini individuali, come si è detto, ma anche i gusti personali e il consumo di sigarette a cui si è assuefatti. Per fortuna è molto vasto ed eterogeneo l’assortimento di soluzioni che vengono messe a disposizione dal mercato dello svapo, con tanti prodotti differenti sia per ciò che riguarda i liquidi sia in relazione ai dispositivi stessi. Vale la pena, però, di informarsi con la massima attenzione, per riuscire a mettersi alle spalle il consumo di tabacco.

I gusti dello svapo

Infine, non bisogna dimenticare che svapando si ha la possibilità di sperimentare una grande varietà di gusti, perfino sorprendenti, dalla frutta al cioccolato, dalla menta alla vaniglia. Insomma, ci si può perfino divertire!

Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *